Àrhat Teatro

Archivio News

È terminato un nuovo anno della scuola di Arhat Teatro con un gruppo di nove allievi che ha partecipato con passione a tutto il percorso di lavoro e alle varie proposte offerte dal gruppo, tra cui il seminario con il coreografo ed ex ballerino di M. Béjart Daniele Carnazza e quello con il maestro Italo Pecoretti del Teatro delle 12 Lune con il suo prezioso e unico lavoro sui/con i burattini. È con orgoglio che sentiamo di poter dire che, ancora una volta, i nostri allievi sono diventati un "gruppo" molto coeso. La scuola riprenderà a ottobre con il terzo e ultimo anno riservato a questi allievi, mentre a novembre si aprirà un nuovo primo anno di corso per quanti vorranno "vivere" questa particolare esperienza di teatro, fuori dalle logiche più comuni e scontate.

All'interno di Arhat Teatro si è costituito un nuovo gruppo composto da sei persone che hanno prima frequentato la scuola triennale di teatro, poi diversi "Progetti speciali" (tra cui "Mirìam-Maria, The Wall e Exodus) ed ora hanno chiesto di "collaborare" a pieno con noi, lavorando in una logica teatrale complessa non più limitata alla sola idea di corso e spettacolo finale. Abbiamo accettato insieme la sfida. Il gruppo si incontra settimanalmente con il regista di Arhat Teatro e sta compiendo un approfondito percorso tecnico-laboratoriale su alcuni nodi cardine del training fisico dell'attore, nonché un "cammino esplorativo e di ricerca sulla voce e sul canto". In autunno il gruppo verrà presentato ufficialmente con il suo nome e, successivamente, con il primo spettacolo.

Arhat Teatro non ha programmato quest'anno la Rassegna "Gemme di primavera" in quanto fortemente impegnato in una serie di iniziative, di spettacoli, corsi di formazione e corsi nelle scuole, accanto a tutto il lavoro di sala per la preparazione del nuovo spettacolo "Beith-el". La Rassegna (che avrà ,ovviamente, titolo provvisorio, diverso) verrà attuata in autunno.

Un pensiero speciale va alla dirigenza, al coordinamento interno, agli operatori e utenti del CDD e della RSD della "Fondazione Calepio" per l'energia profusa nella straordinaria realizzazione del progetto "Piccolo Principe" (Teatro e disabilità grave), unitamente alla dirigenza dell'IC di Calcinate che ha partecipato al Progetto con un gruppo di alunni della scuola di Cavernago (vedasi scheda nella pagina delle iniziative). Il progetto verrà ripreso e riproposto il prossimo autunno.

Un grazie particolare a tutti i frequentanti i nostri corsi di teatro che, sempre più, si trasformano in collaboranti. Grazie a quelli che da sempre sono i nostri preziosi sostenitori e collaboratori nei vari settori della vita del gruppo. Grazie agli amici e al pubblico sempre numeroso che ci segue nelle diverse iniziative.

Continuano le lezioni settimanali della scuola di Teatro a Bergamo con il nuovo gruppo del primo anno e con il gruppo del terzo anno.

Si stanno definendo le date per nuove repliche della Rassegna "Corpus: Il Sacro e il Teatro" nella provincia di Bergamo.
In questo contesto, Àrhat Teatro ha definito con l'Amministrazione di Lurano un progetto di presenza sul territorio che prevede la presentazione degli spettacoli della Rassegna, lo spettacolo per bambini e famiglie "Vento, vento che cosa raconti?" e la rappresentazione "Brausebad", realizzata con le attrici di Nomen Teatro (ex allieve della scuola) in occasione della giornata della memoria 2013.
Il progetto verrà scandito a partire dai primi di febbraio e continuerà fino alla tarda primavera.

Nella seconda metà di aprile 2013 verrà discussa presso l'Università di Bergamo una tesi di laurea specialistica (Relatore professor Walter Fornasa) interamente dedicata ad Àrhat Teatro e in particolare dalla connessione tra pedagogia e teatro quale cifra caratterizzante l'attività del suo regista per giungere alla presentazione dell'estetica e della poetica del gruppo.

Si svolgerà tra maggio e luglio la presentazione di una Rassegna di tutti gli spettacoli di Àrhat Teatro a Calusco: nei prossimi giorni pubblicheremo le date che sono in fase di definizione.

Nel mese di Aprile, dopo un lunghissimo processo di lavoro, andranno in scena le performance/testimonianze realizzate con operatori e utenti del CDD (Centro diurno disabili) e della RSD (Residenza Sanitario-assistenziale disabili) di Castelli Calepio: due esperienze di teatro con la disabilità grave, dai tratti di assoluta unicità, voluta con determinazione dalla direzione e dagli operatori dei due Centri, in sinergia con la Fondazione Conti Calepio che li gestisce.

È ormai ufficiale: Àrhat Teatro sarà in Università a Prato giovedì 19 aprile 2012 su invito della docente di Storia del teatro Teresa Megale.
In quell'occasione terrà una lezione sul proprio percorso artistico, una dimostrazione di lavoro sul training e sul montaggio di uno spettacolo e lo studio / rapsodia drammatica "Fiori" (ispirato a "Les flusso du mal" di Baudelaire).
È una nuova, importante tappa del cammino di Àrhat Teatro che dà slancio e apre orizzonti.
Riportiamo qui lo stralcio della lettera di invito della Professoressa Megale:
Gent.mo Gigi,
sarebbe importante poterti avere all'Università il 19 aprile dalle 10 alle 13.
Per quella data avrò spiegato ai 50 ragazzi del mio corso cosa sia il Terzo Teatro.
...
Un affettuoso saluto a te e ai tuoi magnifici attori,
Teresa Megale

Secondo anno scuola di Àrhat Teatro.
Il 25 maggio 2012 gli allievi parteciperanno ad una lezione su un percorso attorale vissuto da un maestro, Bano Ferrari, dal cosiddetto terzo teatro degli inizi (Teatro di Ventura, diretto da Ferruccio Merisi), all'arte del clown. È una grande lezione di vita, di umanità, di sapienza e di arte che Àrhat Teatro ha deciso di aprire anche agli ormai ex allievi del terzo anno (ora Nomen teatro) con cui ha recentemente presentato lo spettacolo "Miriàm/Maria".

Prossimamente Arhat teatro organizzerà anche un fine settimana con Francis Pardeilhan, un grande maestro, attore, pedagogo e regista con un lungo trascorso nell'Odin Teatret in alcuni dei capolavori di Barba (dalle Ceneri di Brecht al celeberrimo Oxyryncus Evangeliet), alla collaborazione con Gassman, al cinema in tv e su grande schermo (l'ultimo, “Noi Credevamo”, con la regia di Mario Martone, trionfante a Venezia lo scorso anno e presentato su rai1 a dicembre per le celebrazioni del centocinquantesimo anniversario dell' unità d'Italia).
Il seminario sarà aperto anche a attori e corsisti di altri gruppi e scuole di teatro.

Ultim’ora. A giugno presenteremo in prima assoluta la rassegna "Nel corpo del teatro e del sacro" con gli spettacoli
Yonah (conclusione del secondo anno della scuola di Teatro)
Miriàm/Maria (spettacolo/progetto speciale realizzato con Nomen Teatro)
Che dire degli Angeli (Studio teatrale con le tre allieve attrici di Àrhat Teatro)
Ararat (lo spettacolo principale di sala di Àrhat Teatro)

Comunicato importante
Causa motivi di forza maggiore, le repliche dello spettacolo "Mirìam/Maria", previste per i giorni 14 e 15 giugno ad Arcene, sono sospese.
Ci scusiamo con quanti già avevano chiesto la prenotazione dei posti. Lo spettacolo farà parte di una trilogia che Arhat Teatro presenterà a settembre alla ripresa delle programmazioni autunnali. Prossimamente daremo il calendario di tutte le numerose iniziative che stiamo definendo.

Giunge a conclusione il secondo anno di corso della scuola di con la presentazione dello spettacolo "Yonah" che verrà rappresentato nei giorni 11, 12 e 13 giugno, alle ore 20,45 presso il "salone sottotetto" del palazzo sito in Piazza della civiltà contadina a Arcene (volantino).
Esprimiamo un sentito grazie all'amministrazione comunale di Arcene che, ancora una volta, accoglie con slancio e disponibilità le proposte di Àrhat Teatro mettendo a disposizione gratuitamente uno spazio di assoluta straordinarietà.

Àrhat teatro è stato recentemente a Chiusi per partecipare alla giornata finale della Rassegna internazionale "Ragazzi in Gamba" in occasione delle celebrazioni per la cinquantesima edizione. Ha presentato il lavoro conclusivo del corso di teatro tenuto con le classi quinte della scuola primaria di Brembate Sotto "Ulisse:…NOI!".
Lo spettacolo ha riscosso particolare consenso sul pubblico e ha messo in luce le straordinarie potenzialità espressive dei bambini laddove vengono man mano "condotti" in un percorso laboratoriale di scoperta di una precisa grammatica corporea che li rende capaci di essere in scena con presenza e rigore, rifuggendo dai banali steretipi delle recitine cui troppo spesso la scuola ci ha abituato, comprimendo sempre più il teatro ad un ruolo marginale.
Come Àrhat teatro vogliamo esprimere un vivo grazie a tutto il gruppo di bambini che ha affrontato con tenacia e volontà una grande prova, in un montaggio teatrale complesso sia sotto il profilo dei contenuti che della tecnica registica, raggiungendo un risultato sicuramente alto e superiore a molti stucchevoli spettacoli "cosiddetti per bambini" che furoreggiano nei cartelloni teatrali e nelle programmazioni scolastiche.
Non possiamo dimenticare il prezioso apporto delle insegnanti del team (Mariangela Testa, Anna Siciliano e Grazia Butti) che ci hanno seguito con slancio e passione facendo sì che l'esperienza fosse un momento trasversale al percorso della quotidianità delle classi e non un "orpello aggiuntivo" da esibire a fine anno. Si è trattato sicuramente di un lavoro dai tratti molto particolari, talora anche fortemente commoventi, che resterà importante nel percorso di Àrhat Teatro e che ci auguriamo di poter documentare meglio anche in questo sito.

Ospitalità al gruppo spagnolo "Charanga" della regista Maria Victoria Olmedo con uno spettacolo molto suggestivo del gruppo professionistico, nato a partire da suggestioni e riflessioni scaturite dal mito classico di Elettra.
Contemporaneamente avrà luogo un interscambio di lavoro/seminario tra due gruppi di ragazzi di due scuole di Madrid diretti dalla stessa regista e un gruppo di ragazzi delle scuole medie di Brembate con cui Àrhat ha realizzato lo spettacolo "Ulisse... noi!". Gli spettacoli di questi gruppi verranno presentati a Brembate (27 e 28 ottobre - in un incontro pubblico sul teatro dei ragazzi) e, per gli spagnoli, in altre scuole della provincia.

9 - 11 novembre 2012: Seminario intensivo "Il corpo della voce" con Francis Pardeilhan (già attore con l'Odin Teatret e con Vittorio Gassman, assistente alla fonia dello spettacolo di Gassman prodotto per le Colombiadi di Genova, pedagogo e regista, attualmente attore cinematografico e docente di teatro in una Accademia di Roma).

Àrhat Teatro è stato invitato a partecipare al "Festival della Bellezza" che si terrà a Chiusi (Siena) nei giorni 17 e 18 novembre 2012.
Il festival intende celebrare il cinquantennale della Rassegna di teatro scolastico "Ragazzi in Gamba" e sono stati invitati a presentare il proprio spettacolo i quattro gruppi migliori dell'edizione 2012 conclusasi lo scorso mese di maggio.
Àrhat Teatro sarà presente con lo spettacolo "Ulisse... noi" realizzato con gli alunni delle attuali classi di prima media dell'Istituto comprensivo di Brembate (allora classi quinte della scuola primaria) a conclusione di un corso di teatro condotto nella scuola.
La parte laboratoriale di "grammatica corporea" è stata seguita da Samuele Farina, mentre l'ideazione e la regia dello spettacolo sono di Pierluigi Castelli.
Come tipico dell'attività di Àrhat Teatro nelle scuole, il tutto si è sviluppato sempre sulla base di una stretta programmazione condotta con gli insegnanti, perché l'intervento esterno non risultasse mai avulso dal percorso in atto nelle classi.
Anche per questo occorre citarli uno per uno: la stretta collaborazione di Mariagrazia Butti, Anna Siciliano e Mariangela Testa.
La loro stretta collaborazione, unita anche a quella di vari genitori, ha davvero consentito quel "fare rete" che, spesso, resta solo una citazione dovuta.
Lo spettacolo è già stato presentato a Giugno a Brembate e nella serata conclusiva, affollatissima, di "Edufest" (manifestazione provinciale organizzata dalla Curia e dalla Fondazione Bernareggi di Bergamo).
Ancora una volta, accanto alla dirigenza scolastica, si deve ringraziare la sensibile collaborazione dell'Amministrazione comunale di Brembate che ha contribuito a permettere la realizzazione di questo secondo viaggio a Chiusi (cui parteciperà lo stesso Assessore Savina Ferrari). Rimandiamo all'archivio delle news, nell'interno, per la presentazione fatta nel mese di maggio 2012.

Entro Natale 2012 Àrhat Teatro presenterà altre due rassegne "Corpus: Il sacro e il Teatro" in altrettante realtà provinciali: Pontirolo Nuovo e Scanzorosciate.
Si stanno altresì definendo le date per successive rassegne nei primi sei mesi del 2013

Nell'ambito di una serie di Corsi e Per-Corsi di Formazione a livello provinciale organizzati dalla Diocesi di Bergamo e da ADASM_FISM, Àrhat Teatro è stato incaricato di curare una formazione intensiva per insegnanti su "In-Carn-Azione: imparare a narrare ai bambini, in ascolto della Voce che si in-carna nel corpo di chi racconta".
Il primo modulo, partecipatissimo, si è svolto sabato 10 novembre 2012 presso la casa del Giovane di Bergamo con un esito superiore ad ogni attesa sia in termini numerici di presenze, che di entusiasmo per il tipo di proposta presentata da Arhat. Lo ha sottolineato con particolare forza nel suo saluto conclusivo lo stesso organizzatore degli eventi Don Mario Della Giovanna.
Il prossimo appuntamento è già fissato per il 26 gennaio 2013.

Ha preso il via il terzo anno della scuola teatro che si concluderà con un nuovo spettacolo nella primavera 2013

Sono ripresi i percorsi che Arhat Teatro conduce presso il CDD e l'RSD di Castelli Calepio, con utenti disabili gravi. Prossimamente verrà presentato "Incanto di farfalle", lo spettacolo in fase di ultimazione con gli utenti e i gli operatori del CDD.

Ci scusiamo per questo lunghissimo periodo di non aggiornamento del sito, dovuto, come è ben visibile in Face book, ad una intensa attività che Arhat Teatro ha comunque sviluppato fino alla fine del mese di luglio. Ora si stanno definendo molti contatti che porteranno quanto prima alla pubblicazione del nuovo calendario (già piuttosto ricco dalla fine di settembre a gennaio 2014) dei prossimi spettacoli di Arhat e della Rassegna "Corpus: il Sacro e il Teatro"

Prossimamente presenteremo lo spettacolo del gruppo di allieve del primo anno della scuola di Arhat, già programmato per giugno e rinviato per un piccolo infortunio occorso ad una di esse.
Si tratta di "Canto notturno del viandante", ispirato all'omonima poesia di Goethe.
Per l'occasione ripresenteremo, a grande richiesta altre repliche dello spettacolo "...Io ignoro chi tu sia" del gruppo allievi del terzo anno della scuola, andato in scena "in Prima" nella Chiesa/Auditorium" San Lino di Lurano sempre nel Giugno u.s (ampia Rassegna fotografica e presentazione in Face Book)

Si stanno definendo i dettagli per la partenza del nuovo anno della scuola di Arhat Teatro che avrà una scansione e articolazione del tutto particolare in quanto porterà all'incontro di tutti i gruppi che hanno lavorato con noi in questi anni, nella scuola stessa, per la realizzazione di un Progetto/Spettacolo/Evento Speciale per la Primavera/Estate del 2014 in occasione del decennale di Arhat Teatro.
I particolari verranno forniti quanto prima.
Comunque, chi fosse interessato a iscriversi al primo anno di corso (che farà parte del Progetto di cui sopra) può già farlo telefonando alla Direzione di Arhat (vedi numero nella Home).

È partito il percorso del progetto speciale "Arhat teatro incontra Te Wall live in Berlin" che coinvolge tutti i gruppi di allievi ed ex allievi della scuola di teatro di Arhat di questi primi dieci anni.
Si tratta di quasi 50 persone che saranno in scena in uno spettacolo/evento la cui prima (a Pontirolo Nuovo) è prevista attorno al 10 di maggio 2014 (le date della prima e delle repliche sono in via di definizione).

L'amministrazione comunale di Brembate ha concesso il patrocinio al progetto speciale "The Wall": lo spettacolo verrà rappresentato, dopo la prima di Pontirolo, domenica 11 maggio 2014 in conclusione delle manifestazioni della sagra patronale di San Vittore.

A Brembate si stanno raccogliendo presso la Proloco le iscrizioni per il primo anno speciale della scuola di Arhat Teatro i cui iscritti parteciperanno all'evento/spettacolo "The Wall" di cui sopra.

Tra gli iscritti al percorso previsto per la preparazione del progetto speciale "The Wall..." vi sono oltre 20 persone del gruppo "Inquattro quadre" di Chiari con cui Arhat teatro torna a collaborare dopo aver condiviso un importante tratto di strada dal 2004 sia per la messa in scena (unitamente all'organizzazione generale delle Quadre) di ben nove spettacoli conclusivi del Palio annuale, sia per una serie di corsi di formazione che hanno portato alla realizzazione di tre spettacoli di gruppo presentati con grande esito di pubblico e di critica (Yonah, Io vivo, Alleluiah alla vita).

Il calendario di impegni di Arhat teatro è già denso sia in termini di corsi di formazione e nelle scuole, che per le rappresentazioni dei propri spettacoli e della Rassegna "Corpus: il Sacro e il Teatro". Tra le altre date si segnala la presenza di Arhat a Milano all'inizio di dicembre 2013 e a Roma ai primi di marzo 2014.

È in preparazione il nuovo spettacolo di Arhat Teatro che verrà rappresentato nel 2014 e, per la prima volta, vedrà in scena, per la regia di Pierluigi Castelli, anche l'attrice Elena Ranghetti, formatasi in Arhat in vari anni di lavoro (a cominciare dal percorso scolastico), accanto all'attore Samuele Farina.

Nel 2014 Arhat teatro celebra il primo decennale della propria attività nel panorama professionistico: si sta definendo un programma di attività culturali di ampio e particolare prestigio di cui daremo notizia nei dettagli entro le prime settimane del 2014

Continua lo sviluppo del progetto speciale "Arhat teatro incontra Te Wall live in Berlin" che coinvolge tutti i gruppi di allievi ed ex allievi della scuola di teatro di Arhat di questi primi dieci anni.
50 persone saranno in scena in uno spettacolo/evento la cui prima (a Pontirolo Nuovo) è prevista per la prima settimana di Maggio (data in fase di definizione).

Dopo la prima nazionale di Pontirolo Nuovo lo spettacolo verrà replicato a Brembate e Lurano, dove le Amministrazioni hanno già concesso il patrocinio (sono in corso altri contatti per successive repliche).

La rassegna "Corpus: Il Teatro e il Sacro" chiude la sua presenza a Lurano con la presentazione dello spettacolo Ararat il 24, 25 e 26 gennaio (vedi calendario)

Arhat Teatro sarà presente prossimamente in Toscana e a Roma con i suoi spettacoli e con un seminario intensivo.

Nel corso dell'estate Arhat teatro sarà ospite in alcuni festival di cui daremo presto notizia.

Prendono il via le manifestazione per il decennale di Arhat Teatro con le quattro rappresentazioni dello spettacolo/evento " Un altro mattone nel muro" (ispirato dal famoso concerto "The Wall live in Berlin" di Roger Water).
Lo spettacolo viene rappresentato presso quattro realtà amministrative della nostra provincia con cui Arhat teatro ha collaborato spesso in questi anni. Grazie ai loro Sindaci e ai loro Assessori.
La prima avrà luogo a Pontirolo Nuovo dove Arhat Teatro avrà prossimamente la propria sede (nell'ambito di un grande progetto socio-culturale dell'Amministrazione comunale di cui daremo notizia prossimamente).

Le manifestazioni programmate per il decennale proseguiranno a partire da settembre 2014 a Pontirolo Nuovo con ospitalità, seminari, incontri e... il nuovo spettacolo di sala di Arhat Teatro.

Arhat Teatro curerà la realizzazione di "Varcare il Confine" ("luoghi" delle differenze tra espressività-teatro-disabilità): progetto per un evento-riflessione nell'ambito territoriale del PDZ di Grumello del Monte e del CTRH di Seriate ideato e organizzato dall'Istituto comprensivo di Calcinate (15-19 maggio 2014)

La direzione artistica del Festival internazionale "Mercantia" (Certaldo – 16/20 luglio 2014), in occasione del decennale, ha invitato Arhat Teatro con una Antologica: il gruppo sarà presente con tutti i suoi spettacoli nella sezione "Giardini segreti".

Nella seconda metà di ottobre Arhat Teatro inizierà a lavorare nella propria nuova e definitiva sede di Pontirolo nuovo, messa a disposizione dall'Amministrazione Comunale all'interno di un progetto socio-culturale particolarmente coraggioso e lungimirante.
Nella sede si terranno i percorsi della scuola di teatro, i corsi, le conferenze e tutte le attività, spettacoli compresi, che Arhat teatro programmerà.

A partire dall'apertura della sede, avranno inizio le manifestazioni previste per la seconda parte del decennale del gruppo il cui programma verrà pubblicato sia in questo sito che in face book

Continua (per ora in una saletta privata di Arhat Teatro) il lavoro di preparazione del nuovo spettacolo di gruppo che vedrà in scena, per prima volta, accanto a Samuele Farina, anche Elena Ranghetti (ora attrice di Arhat teatro, formatasi al suo interno in vari anni di apprendistato).
Un breve studio dal titolo "Bétilo – Pietra sacra" è stato presentato in anteprima esclusiva, con successo , al festival internazionale "Mercantia" nel luglio di quest'anno. Da allora già molta acqua è passata sotto i ponti e il materiale ha già preso altre forme.
Lo abbiamo mostrato in una serata speciale a tre amici "speciali" nel mese di agosto per averne rimandi, suggestioni, "letture possibili" (notizia e immagini recuperabili in Facebook).
Man mano il percorso verrà ulteriormente definendosi riproporremo alcuni di questi incontri riservati, pur senza mai, ovviamente, svelare quello che sarà lo spettacolo definitivo la cui messa in scena è prevista indicativamente entro la fine del 2014 (o gli inizi del 2015).

Nel mese di luglio, dopo il festival "Mercantia", abbiamo attuato un'importante residenza presso la "Fornace Pasquinucci" di Capraia Fiorentina (un centro culturale di particolare prestigio nella cintura di Firenze) in cui abbiamo lavorato intensivamente al nuovo spettacolo che sarà una co-produzione di Arhat e della stessa "Pasquinucci", dove sarà rappresentato appena dopo le repliche che seguiranno alla Prima. Anche a Capraia abbiamo voluto proporre il materiale/studio "Bétilo" al regista Sandro Billeri del Gruppo teatrale "Quint&ssenza" e a tre amici attori, sempre nella logica prima accennata.

Con il Progetto speciale "Exodus…dell'Erranza" continua il rapporto tra Arhat Teatro e il gruppo empolese "Quint&ssenza" con cui abbiamo attuato un fecondo e importante interscambio nel 2013.

Anche quest'anno Arhat teatro curerà diversi laboratori e percorsi di teatro in varie scuole della provincia, e terrà corsi di formazione per insegnanti (in particolare quelli provinciali per IRC delle scuole materne... in ampia espansione di iscrizioni).

"L'esperienza con la disabilità", che da molto tempo Arhat teatro sta approfondendo, continua attraverso la conduzione dei due laboratori, attivi presso il CDD e la RSD della Fondazione "Conti Calepio" di Castelli Calepio.

È partito il Progetto "Exodus... dell'erranza" con circa 20 iscritti. Superata la prima fase, il gruppo sta affrontando la parte pedagogica più riservata alla voce, al canto, alle partiture, alle improvvisazioni. Dalla fine di gennaio si entrerà nella fase delle prove che condurrà allo spettacolo previsto per la tarda primavera.

Si è costituito anche il gruppo di nuovi allievi del primo anno di corso della scuola di teatro. Gli incontri si tengono tutti i mercoledi sera nella sede di Arhat Teatro e si concluderanno entro il mese di maggio 2015 con la presentazione pubblica di una testimonianza di lavoro/spettacolo.

Arhat teatro ha ripreso le sue attività di laboratori teatrali in diverse scuole della provincia, mentre continua il suo percorso di "Teatro e disabilità" presso il CDD e RSD di Castelli Calepio.

Ci è sembrato importante dare il via ai percorsi di spettacolo che presenteremo da qui in avanti nella nostra nuova sede, nel "condominio solidale" a Pontirolo Nuovo, con la presentazione del repertorio di Arhat e dei suoi allievi. In tal senso, dalla fine di gennaio si inaugurerà il primo cartellone di spettacoli che aprirà con "Brausebad" (in occasione della giornata della memoria) per continuare ...fino alla presentazione del nuovo spettacolo di Arhat, su cui si sta lavorando, e che vedrà in scena, per la regia di Pierluigi Castelli, gli attori Samuele Farina e Elena Ranghetti. Il tutto si chiuderà con la replica dello spettacolo/evento che ha inaugurato il decennale di Arhat "Un altro mattone nel muro" (dedicato a Walter Fornasa , sulle musiche del concerto "The wall - live in Berlin" dei Pink Floyd).

Continuano le presentazioni a invito di "Bétilo - pietra sacra" (titolo provvisorio), lo studio work in progress che condurrà al nuovo spettacolo di Arhat teatro.

Nel corso dell'estate 2015 Arhat Teatro non presenterà spettacoli in alcun festival o situazione pubblica: si tratta di una precisa scelta professionale dettata dalla volontà di lavorare in sala al prossimo nuovo spettacolo del gruppo che nascerà dallo studio "Bétilo" (ispirato a "Eliogabalo" di A. Artaud) gia presentato, con significativi positivi riscontri, a studiosi e amici nel corso della stagione appena conclusa, in alcune repliche riservatissime.
Lo spettacolo del gruppo professionistico di Arhat Teatro vedrà in scena gli attori Elena Ranghetti e Samuele Farina.
La regia sarà di Pierluigi Castelli.
La presentazione avverrà nel programma della prossima stagione di sala 2015-16

Tra giugno e settembre 2015 sono in programma le prove per rimettere in scena lo spettacolo/evento "Un altro mattone nel muro" (sulle musiche dello straordinario concerto "The Wall – Live in Berlin") già presentato nel 2014 per la celebrazione del decennale di Arhat Teatro. Le nuove repliche si terranno a Pontirolo a settembre in apertura della nuova stagione.

La scuola di teatro riprenderà il prossimo autunno. Chi volesse già iscriversi al nuovo primo anno di corso può farlo telefonando al numero 3208626995)

A tutti coloro (collaboratori, amici, spettatori, simpatizzanti, ....) che ci hanno seguito in questo anno denso di attività, pesante in termini di ritmi di lavoro... ma carico di soddisfazioni, rivolgiamo rivolgiamo il Grazie sentito e diamo a tutti un arrivederci a settembre 2015.


[Torna all´inizio della pagina.]

Àrhat Teatro
Via Bietti, numero 44
24043 Caravaggio (Bergamo)
Telefono 3474195039
info@arhatteatro.it

Fotografie di Federico Buscarino
Via Suardi, 13
24124 Bergamo

Riprese e montaggio video:
Gigi Corsetti - Multimagine
Via Ghislandi, 51 53
24125 Bergamo

Copyright Àrhat Teatro


[Torna all´inizio della pagina.]