Àrhat Teatro

Comunicato

Nei prossimi mesi il sito verrà completamente ristrutturato. In questa fase gli aggiornamenti puntuali non sono, pertanto, garantiti. Si invia, nel frattempo, alla visione della
Pagina Facebook: Arhat Teatro

NOVEMBRE 2018: EUGENIO BARBA E L'ODIN TEATRET AD ALBINO (BG)
in tournée europea con l'ultimo spettacolo dell'ensemble

"L'ALBERO"

5 – 7 – 8 – 9 NOVEMBRE 2018 ore 21.00
6 NOVEMBRE 2018 ore 15.00
Chiesa di San Bartolomeo Albino (BG)
(prima assoluta per l'italia centro - settentrionale)

Fotografia: Eugenio BarbaA novembre Eugenio Barba, fra i più importanti esponenti della scena teatrale mondiale contemporanea, e il suo Odin Teatret saranno protagonisti ad Albino (BG) con un evento nel segno della ricerca teatrale di respiro internazionale.

L'evento è organizzato
DALL'ASSOCIAZIONE CULTURALE DIAFORÀ E DA ODIN TEATRET
in collaborazione con ÀRHAT TEATRO
e IL TTB TEATRO TASCABILE DI BERGAMO
e con il sostegno, tra gli altri, delle cooperative sociali Onlus
LA FENICE E DIAGRAMMA.

Continua la lettura "L'albero - Eugenio Barba e l'Odin Teatret ad Albino"

Beith-El

Àrhat Teatro
con il patrocinio della Amministrazione Comunale
di Pontirolo Nuovo (BG)
e con il sostegno di MIBACT
(Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo)
e CLAPSpettacolodalvivo
(circuito multidisciplinare -Lombardia)
presenta il suo nuovo spettacolo

Beith-El

Un momento dello spettacolo

Continua la lettura "Beith-el"

Gli spettacoli di Àrhat Teatro in repertorio

Video/Promo ufficiali

Ararat

Fiori

Vento, vento, che cosa racconti?

Fotografia: un momento dello spettacolo.(...ovvero la storia di Passerogrigio che si ritrovò a volare)
Fiaba / Narr-azione per bambini...
anche di ogni età
Con: Samuele Farina
Testi: Alessandro Gigli
Consulenza scenica e costumi: Velda Noli
Montaggio e regia: Pierluigi Castelli

Continua la lettura di "Vento, vento, che ci racconti?"

Facebook

Hanno detto di "Vento, vento, che cosa racconti?":

Un momento dello spettacolo "Vento, vento, che cosa racconti?""... Regalaci sempre, ancora, imprese "impossibili" in cui la narrazione, la parola e l'emozione siano il motore del restare ancora vivi con il pensiero e con l'azione..." (Walter Fornasa - Prorettore alla responsabilità sociale - Università di Bergamo)
"È stato come ricordare un sogno, emozionarsi di nuovo..." (Alessandro Gigli - autore dei testi)
"... la Poesia in scena..." (Santo Giancotti - Vice Preside Istituto Comprensivo "Muzio" di Bergamo)
"...da vera privilegiata ho potuto assistere, emozionandomi come tutti, allo spettacolo..."
(Federica - Un'insegnante della scuola primaria di Brembate - Bergamo)
"Un grazie infinito per il vostro spettacolo Vento vento che cosa racconti? che sa strappare il cuore dalla mono-tonia del già visto e vissuto..."
(Grazia Butti - insegnante della scuola primaria dell'Istituto Comprensivo di Brembate Sotto - Bergamo)
"passero grigio... è il bambino che diventa grande!"
(Rota Luca - alunno di classe quinta A della scuola primaria di Brembate sotto - Bergamo)
"Era tutto bello, gli direi di andare dappertutto perché era bellissimo"
(Paolo, 7 anni, Chiari)
"Mi sentivo bene perché mi è piaciuto quando lui ha imparato a camminare e a fare i movimenti, anche quando ha messo il costume tutto rosso e la maschera di farfalla... e la fase delle bolle era davvero bella!" (Alessandro, 7 anni, Chiari)
"La danza con il vestito mi è piaciuta tanto, mi sono sentito emozionato. Le emozioni si vedevano."
(Enea, 7 anni, Chiari)
"...mi ha emozionato molto... grazie per avermi fatto sognare, ancora!"
(Piera Agazzi, insegnante scuola primaria, Castrezzato)
"Ottime la regia, l'interpretazione e le scenografie... complimenti"
(Mariarosa Facchetti, insegnante scuola primaria, Rudiano)
"Grazie per lo stupore, la poesia e la magia"
(Lidia Bontempi, insegnante scuola primaria, Chiari)

Continua la letturadei commenti

Ararat

Fotografia: l'attore Samuele Farina durante un momento dello spettacolo teatrale "Ararat".Spettacolo di sala ambientato in una struttura che ricostruisce una vera e propria arca entro cui gli spettatori stessi siedono.
La rappresentazione, di forte impatto, è densa di emozioni scatenate dalla forte partitura corporea dell'attore (molto spesso esplosiva, e sempre a contatto del pubblico), nonché da musiche, suoni e canti di varia provenienza e rara intensità evocativa.

Le pagine di presentazione di "Ararat"

Fiori

Fotografia: un momento dello spettacolo "Fiori".Rapsodia/studio liberamente ispirata a "Les fleurs du mal" di Baudelaire.

Sulle musiche di Kitaro, lo studio si snoda attraverso una serie incalzante di azioni di teatro danza (come nello stile di Àrhat Teatro) che rimandano a "questi fiori" e a suggestioni personali che ciascuno di essi può evocare.

Contemporaneamente si va stendendo una trama sottile, resa densa dal lirismo dei pochi testi tratti da Baudelaire, in cui il gusto del tutto lascia comunque sempre spazio all'intenso profumo del particolare.

La presentazione...

Si possono visionare due spezzoni (amatoriali, ma decisamente apprezzabili) di una delle cinque repliche di Campiglia:

Fiori parte prima

Fiori parte seconda

Video fotografico, replica presentata a Calcinate

"Fiori" in Cerimonie

Lo spettacolo/studio "Fiori" è stato rappresentato anche in Cerimonie nuziali in contesti di particolare suggestione e intensità...

Le immagini

Necessità di Teatro(?)

tra disillusione e idealità...
alla ricerca di voci che sappiano ancora parlare
Lettera aperta del regista di Àrhat Teatro (inviata ai gruppi teatrali, agli studiosi e ai diversi amici e collaboratori del gruppo, nonché a Teatri, Istituzioni e media in genere)

Continua la lettura di "Necessità di Teatro(?)"


[Torna all´inizio della pagina.]

News

Archivio News

Àrhat Teatro
Via Bietti, numero 44
24043 Caravaggio (Bergamo)
Telefono 3474195039
info@arhatteatro.it

Fotografie di Federico Buscarino
Via Suardi, 13
24124 Bergamo

Riprese e montaggio video:
Gigi Corsetti - Multimagine
Via Ghislandi, 51 53
24125 Bergamo

Copyright Àrhat Teatro


[Torna all´inizio della pagina.]