Àrhat Teatro

Comunicato

Nei prossimi mesi il sito verrà completamente ristrutturato. In questa fase gli aggiornamenti puntuali non sono, pertanto, garantiti. Si invia, nel frattempo, alla visione della
Pagina Facebook: Arhat Teatro

Aprile – Settembre 2018:

Ārhat Teatro: cosa "bolle in pentola"?

Beith-El: un momento dello spettacolo.Nonostante le innumerevoli difficoltà di questi ultimi mesi (causa chiusura della sede per lavori…e situazioni di salute difficili per qualcuno) che ci hanno costretto a sospendere e/o slittare alcuni impegni che avevamo messo in programma, le nostre attività sono continuate a pieno ritmo cercando sempre di "guardare oltre". In questa senso è giunto il momento di dar conto, pur se sinteticamente, di quanto svolto fin qui dall'inizio della stagione 2017/2018.

Continua la lettura "Cosa bolle in pentola?"

FESTALIA

Ne avevamo preannunciato la nascita in Facebook e in Instagram... lasciando un po' di giusta suspence...
ed ora...
...che ne è della
"CITTÀ DI…(?)"?
Arhat Teatro e la Proloco di Pontirolo Nuovo (Bg), con il Patrocinio dell'Amministrazione comunale, sono lieti di ufficializzare la nascita di

"FESTALIA"
la città di teatromusicadanza

"FESTALIA" PRENDERÀ VITA A PONTIROLO NUOVO (BG) IL 15 E IL 16 GIUGNO 2018 DALLE ORE 19,30 (DA PIAZZA SAN ROCCO).

Sarà una grande festa, sarà "un'edizione zero" di un festival nuovo e innovativo, non sarà il classico festival del teatro di strada, sarà un grande succedersi di varie forme di teatro, di musica, di danza, di arti varie ...con la possibilità di "cibo e bevande per lo stomaco" oltre che "per lo spirito"!
Il centro storico e una parte del paese ad esso collegata (forse la migliore e incontaminata, che si affaccia sulla valle dell'Adda), diventerà un grande palcoscenico naturale, da passeggiarsi e scoprirsi in tutti i suoi angoli, giardini, cortili, rientranze, piazze e slarghi dove si esibiranno, anche in contemporanea, in successione continua e con più repliche per sera, una ventina di gruppi e/o singoli artisti.
Per le vie di "Festalia" si aggireranno musici, parate, personaggi misteriosi, trampolieri.
Lungo il cammino si incontreranno stand per accompagnare la festa con "bevande ristoratrici"… e cibo per lo stomaco (al tavolo o on the way).

Grazie a tutti gli artisti e collaboratori che hanno accettato, insieme a noi, la sfida di dare vita a "FESTALIA".
Arhat Teatro
Proloco di Pontirolo Nuovo

27 maggio 2018

Manifesto "Festalia"

2018 – A grande richiesta... La rimessa in scena di:

Un altro mattone nel muro

Spettacolo teatrale/evento ispirato dal concerto "The Wall live in Berlin"

"...da bambino colsi
con la coda dell'occhio
un fuggevole movimento.
Mi girai a guardare ma era sparito.
Non riesco ad afferrarlo adesso.
Il bambino è cresciuto.
Il sogno è finito e io sono diventato
piacevolmente insensibile"
(da "Comfortably numb")

LA PRIMA UFFICIALE SARÀ A CHIARI (BS) SABATO 9 GIUGNO 2018 ALLE ORE 21,30 IN PIAZZA ZANARDELLI
40 ATTORI IN SCENA, 10 TECNICI, MACCHINE TEATRALI, TRAMPOLI, EFFETTI SPECIALI... PER UN VISIONARIO SPETTACOLO SUL CONCERTO DI ROGER WATER'S PINK FLOYD.

"…ma… la marea sta cambiando
Non sto dicendo che la battaglia è vinta
ma… la marea sta cambiando
…tu non sei solo"
(da "The tide is turning)

IN SCENA – 40 interpreti di tre diverse realtà teatrali:

Tzelà Teatro (gruppo collaboratore di Arhat Teatro)

QLTeatro (gruppo teatrale di Chiari-Bs- con collaborazione pluriennale con Arhat Teatro)

Allievi ed ex allievi della scuola triennale di Arhat Teatro

Partecipazione straordinaria degli attori di Arhat Teatro:
Samuele Farina
Elena Ranghetti

Grazie per la continua, preziosa collaborazione, a
Angelo Antonelli

Montaggio e regia:
Pierluigi Castelli

LO SPETTACOLO

In occasione dei suoi primi dieci anni di attività, Arhat teatro ha fortemente voluto e realizzato questo progetto speciale/evento che viene ora riproposto e che mette in scena uno spettacolo per soli spazi aperti, sulle suggestioni del famoso concerto di Roger Water "The Wall-Live in Berlin".
Trattasi di una rappresentazione di particolare rilievo sotto il profilo spettacolare che vede impegnati 40 attori/attrici in una imponente coreografia di corpi, proiezioni, carri, pedane mobili, praticabili, trampoli…per incontrare le musiche di una delle più celebrate opere rock del novecento: "The Wall" dei Pink Floyd, nell'esecuzione live di Roger Water a Berlino il 21 luglio 1990.
Alcuni mesi di lavoro (tra parte pedagogica e prove) hanno dato "corpo e forma teatrale" alle musiche, in uno spettacolo nato come una grande "composizione" di suggestioni, immagini, associazioni, rimandi, "ossessioni", create e montate con le tecniche teatrali sviluppate da Arhat teatro e che connotano fortemente tutto il suo lavoro e lo rendono, per molti aspetti, unico.

(Lo spettacolo è dedicato all'amico Walter Fornasa, docente dell'Università di Bergamo e membro del Comitato scientifico di Arhat Teatro, grande "innamorato" dei Pink Floyd, scomparso prematuramente: vogliamo sentirlo ancora con noi, tra noi).

Manifesto "Un altro mattone nel muro"

Beith-El

Àrhat Teatro
con il patrocinio della Amministrazione Comunale
di Pontirolo Nuovo (BG)
e con il sostegno di MIBACT
(Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo)
e CLAPSpettacolodalvivo
(circuito multidisciplinare -Lombardia)
presenta il suo nuovo spettacolo

Beith-El

Un momento dello spettacolo

Continua la lettura "Beith-el"

Gli spettacoli di Àrhat Teatro in repertorio

Video/Promo ufficiali

Ararat

Fiori

Vento, vento, che cosa racconti?

Fotografia: un momento dello spettacolo.(...ovvero la storia di Passerogrigio che si ritrovò a volare)
Fiaba / Narr-azione per bambini...
anche di ogni età
Con: Samuele Farina
Testi: Alessandro Gigli
Consulenza scenica e costumi: Velda Noli
Montaggio e regia: Pierluigi Castelli

Continua la lettura di "Vento, vento, che ci racconti?"

Facebook

Hanno detto di "Vento, vento, che cosa racconti?":

Un momento dello spettacolo "Vento, vento, che cosa racconti?""... Regalaci sempre, ancora, imprese "impossibili" in cui la narrazione, la parola e l'emozione siano il motore del restare ancora vivi con il pensiero e con l'azione..." (Walter Fornasa - Prorettore alla responsabilità sociale - Università di Bergamo)
"È stato come ricordare un sogno, emozionarsi di nuovo..." (Alessandro Gigli - autore dei testi)
"... la Poesia in scena..." (Santo Giancotti - Vice Preside Istituto Comprensivo "Muzio" di Bergamo)
"...da vera privilegiata ho potuto assistere, emozionandomi come tutti, allo spettacolo..."
(Federica - Un'insegnante della scuola primaria di Brembate - Bergamo)
"Un grazie infinito per il vostro spettacolo Vento vento che cosa racconti? che sa strappare il cuore dalla mono-tonia del già visto e vissuto..."
(Grazia Butti - insegnante della scuola primaria dell'Istituto Comprensivo di Brembate Sotto - Bergamo)
"passero grigio... è il bambino che diventa grande!"
(Rota Luca - alunno di classe quinta A della scuola primaria di Brembate sotto - Bergamo)
"Era tutto bello, gli direi di andare dappertutto perché era bellissimo"
(Paolo, 7 anni, Chiari)
"Mi sentivo bene perché mi è piaciuto quando lui ha imparato a camminare e a fare i movimenti, anche quando ha messo il costume tutto rosso e la maschera di farfalla... e la fase delle bolle era davvero bella!" (Alessandro, 7 anni, Chiari)
"La danza con il vestito mi è piaciuta tanto, mi sono sentito emozionato. Le emozioni si vedevano."
(Enea, 7 anni, Chiari)
"...mi ha emozionato molto... grazie per avermi fatto sognare, ancora!"
(Piera Agazzi, insegnante scuola primaria, Castrezzato)
"Ottime la regia, l'interpretazione e le scenografie... complimenti"
(Mariarosa Facchetti, insegnante scuola primaria, Rudiano)
"Grazie per lo stupore, la poesia e la magia"
(Lidia Bontempi, insegnante scuola primaria, Chiari)

Continua la letturadei commenti

Ararat

Fotografia: l'attore Samuele Farina durante un momento dello spettacolo teatrale "Ararat".Spettacolo di sala ambientato in una struttura che ricostruisce una vera e propria arca entro cui gli spettatori stessi siedono.
La rappresentazione, di forte impatto, è densa di emozioni scatenate dalla forte partitura corporea dell'attore (molto spesso esplosiva, e sempre a contatto del pubblico), nonché da musiche, suoni e canti di varia provenienza e rara intensità evocativa.

Le pagine di presentazione di "Ararat"

Fiori

Fotografia: un momento dello spettacolo "Fiori".Rapsodia/studio liberamente ispirata a "Les fleurs du mal" di Baudelaire.

Sulle musiche di Kitaro, lo studio si snoda attraverso una serie incalzante di azioni di teatro danza (come nello stile di Àrhat Teatro) che rimandano a "questi fiori" e a suggestioni personali che ciascuno di essi può evocare.

Contemporaneamente si va stendendo una trama sottile, resa densa dal lirismo dei pochi testi tratti da Baudelaire, in cui il gusto del tutto lascia comunque sempre spazio all'intenso profumo del particolare.

La presentazione...

Si possono visionare due spezzoni (amatoriali, ma decisamente apprezzabili) di una delle cinque repliche di Campiglia:

Fiori parte prima

Fiori parte seconda

Video fotografico, replica presentata a Calcinate

"Fiori" in Cerimonie

Lo spettacolo/studio "Fiori" è stato rappresentato anche in Cerimonie nuziali in contesti di particolare suggestione e intensità...

Le immagini

Necessità di Teatro(?)

tra disillusione e idealità...
alla ricerca di voci che sappiano ancora parlare
Lettera aperta del regista di Àrhat Teatro (inviata ai gruppi teatrali, agli studiosi e ai diversi amici e collaboratori del gruppo, nonché a Teatri, Istituzioni e media in genere)

Continua la lettura di "Necessità di Teatro(?)"


[Torna all´inizio della pagina.]

News

Archivio News

Àrhat Teatro
Via Bietti, numero 44
24043 Caravaggio (Bergamo)
Telefono 3474195039
info@arhatteatro.it

Fotografie di Federico Buscarino
Via Suardi, 13
24124 Bergamo

Riprese e montaggio video:
Gigi Corsetti - Multimagine
Via Ghislandi, 51 53
24125 Bergamo

Copyright Àrhat Teatro


[Torna all´inizio della pagina.]